luni, iunie 24, 2024
spot_imgspot_img
AcasăStile de VitaPsicologa Lorena Diaconescu – Tra Emozione e Ragione

Psicologa Lorena Diaconescu – Tra Emozione e Ragione

Spesso sentiamo l’espressione „Sono stressato/a”, e nulla suona insolito, specialmente dopo due anni di pandemia, conflitti militari globali e nell’attesa di una possibile crisi economica. Lo stress prolungato è ciò che ci fa vivere ogni emozione negativa in modo vivido ed esagerato. Se analizzassimo i comportamenti, le credenze e le attitudini personali che avevamo due anni fa e li confrontassimo con quelli che abbiamo ora, noteremmo una serie di cambiamenti, e l’ansia è probabilmente ciò che la maggior parte delle persone ha in comune oggi. Di conseguenza, l’impazienza, l’irritabilità e la rabbia si manifestano più fortemente, e a volte vediamo anche come il nostro modo di relazionarci agli altri ne sia influenzato. Tendiamo a osservare i cambiamenti di umore di coloro che ci circondano, specialmente i membri della famiglia, e li accusiamo di varie mancanze senza rendersi conto dei nostri stessi cambiamenti.

Nei due anni di pandemia, parlando con bambini, adolescenti e genitori, ho scoperto che molte paure sono legate a un futuro che sembra piuttosto imprevedibile su molti livelli e ai problemi di comunicazione che le generazioni hanno, specialmente perché aumenta l’impazienza o l’intolleranza alla frustrazione.

Il mix di emozioni malsane ha cambiato le relazioni e la qualità della vita per molti, ma per quanto siamo consapevoli che questo periodo finirà a un certo punto, è importante sapere come affrontarlo per poter trarre qualcosa da questa esperienza. D’altra parte, molti genitori provano senso di colpa o impotenza perché non sanno quali spiegazioni ragionevoli e rassicuranti offrire ai propri figli riguardo ai conflitti militari o ad altri pericoli discussi in tutti gli ambienti che i bambini frequentano o di cui sentono parlare in televisione. Cosa fare? Innanzitutto, dobbiamo sapere che il passato è il miglior predittore per il futuro, quindi dovremmo guardare come le persone hanno affrontato le sfide nel corso della storia e come noi stessi abbiamo affrontato situazioni difficili. In secondo luogo, è necessario bilanciare le emozioni in modo che, da adulti, possiamo essere di supporto ai bambini. Come raggiungiamo questo equilibrio? Analizzando, temperando e normalizzando le nostre stesse emozioni, e se troviamo difficile farlo, possiamo farlo con l’aiuto di uno psicologo o di un terapeuta. In terzo luogo, dobbiamo prestare attenzione alle piccole gioie o agli obiettivi a breve termine perché, come sappiamo, costruire piani e concentrarsi sulla strategia ci aiuta a bilanciarci emotivamente e a mobilitarci.

Anche se recentemente un genitore mi ha detto di sentirsi naufragato in un oceano di emozioni e di credere di non sapere come affrontarlo, ho notato in ciò che ha condiviso che ha trovato modi adatti per supportare suo figlio. Ciò che all’adulto mancava era il feedback, l’autobilanciamento e l’incoraggiamento a continuare. Quando scopriamo che abbiamo risorse personali inesplorate e una grande capacità di resilienza, è come trovare una cintura di sicurezza, e così, cominciamo a sentirci più sicuri di noi stessi.

Pensa alla tua salute fisica e mentale!

Psicologa-Psicoterapeuta Lorena Diaconescu

RELATED ARTICLES

LĂSAȚI UN MESAJ

Vă rugăm să introduceți comentariul dvs.!
Introduceți aici numele dvs.

APPREZZATE

Questo sito utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione. We are committed to protecting your privacy and ensuring your data is handled in compliance with the General Data Protection Regulation (GDPR).